Cerca tuo Cina Viaggio
Destinazioni:
icon
Home>Cina Guida>Luoghi Migliori da Visitare>Patrimonio dell'Umanità

Patrimonio dell'Umanità

La Città Proibita

Da Monti,2013-07-15

Al centro di Pechino, capitale della Cina, ci trova uno splendido, maestoso e misterioso complesso di edifici, ossia la famosissima Città Proibita, una gemma dell’antica architettura cinese e il maggiore e meglio conservato complesso di antichi edifici in legno del mondo, inserita nel 1987 nella lista del Patrimonio Culturale Mondiale.

 

La Città Proibita venne eretta in 14 anni a partire dal 1406 su ordine del secondo imperatore Ming Zhu Di. Per circa 500 anni, fino alla caduta della dinastia Qing nel 1911, 24 imperatori vissero e governarono il paese da questa sede.

 

L’enormità delle dimensioni, la bellezza dello stile, lo splendore dell’architettura ed il lusso dell’arredamento sono rari al mondo. Il complesso di questo palazzo imperiale occupa 720.000 mq, con una lunghezza sud-nord di 1000 metri ed un’ampiezza est-ovest di 800 metri, ed è circondato ai quattro lati da mura alte più di 10 metri e da un canale di protezione ampio più di 50.

 

Gli edifici più impressionanti sono i tre maggiori, ossia la Sala della suprema armonia, la Sala della media armonia e quella della preservazione dell’armonia, le principali sedi dell’esercizio del potere e delle maggiori cerimonie presiedute dagli imperatori. La Sala della suprema armonia è il centro della Città Proibita, ospitando fra l’altro il trono dorato imperiale e costituendo l’edificio più splendido del complesso. Nella cultura cinese, il drago rappresenta l’autorità imperiale e l’imperatore è chiamato “figlio del vero drago”, quindi la decorazione interna della Sala della suprema armonia utilizza in gran quantità la figura del drago, con circa 13.000 immagini.

 

La Città Proibita ha una struttura in legno, per cui nella prevenzione degli incendi gli artigiani delle varie dinastie hanno espresso il meglio di sè. Per fare un esempio, questa comprende 4 file di edifici che visti dall’esterno paiono normali, ma in realtà all’interno sono colmi di blocchi di pietra: si tratta delle pareti anti-incendio ideate con attenzione dagli architetti. Inoltre in ogni cortile si trovano delle grandi giare di rame, in tutto 308, che contenevano tutto l’anno dell’acqua per spegnere gli incendi. D’inverno del personale apposito accendeva del fuoco al di sotto per mantendere tiepida l’acqua, affinchè non gelasse.

 

La Città Proibita costituisce il più grande e meglio conservato complesso di antichi edifici del mondo. Secondo le registrazioni storiche, la dinastia Ming per la sua costruzione utilizzò 100.000 artigiani e centinaia di migliaia di operai di corvè, con materiali provenienti da tutto il paese, persino dalla provincia dello Yunnan, lontana migliaia di km. Inoltre, come palazzo imperiale, la Città Proibita ospita una quantità enorme di preziose opere d’arte, secondo un conteggio più di un milione, pari ad 1/6 del totale nazionale, fra cui molti tesori di Stato. Questo splendido complesso di edifici è ormai diventato un simbolo della luminosa cultura cinese.

Viaggio su Misura Disegna Subito