Cerca tuo Cina Viaggio
Destinazioni:
icon
Home>Cina Guida>Cina Generale>Conoscere la Cina

Conoscere la Cina

Monte Sacro Meili

Da Michela,2017-11-17

Il Monte Sacro Meili, altrimenti conosciuto come la Montagna Principe delle nevi, è localizzata a 10km di distanza a nord-est del distretto di Deqin, nella provincial di Yunnan. E’ situato al confine della provincia di Yunnan con il Tibet, dove i tre fiumi famosi, rispettivamente il Jinsha, il Mekong (Nu) e il Salwen (Lancang) scorrono. Conosciuto per la sua grande vista nella provincial dello Yunnan, il Monte Sacro Meili vanta di numerose creste e picchi coperti di neve, tredici delle quali superano i 6000m sopra il livello del mare.

 


E’ ancora un territorio inesplorato poiché ancora nessuno ha mai raggiunto la sua cima. Il Monte sacro Meili è appunto una delle montagne più sacre per quanto riguarda il Buddhismo Tibetano. Kang Karpo Peak significa “Dio delle Montagne Innevate” in tibetano, ed è una terra sacra per la venerazione.

 

La leggenda narra che il Kang Karpo Peak è l’incarnazione di un Dio tibetano che ha aiutato la popolazione locale a mandare via lo spirito maligno che risiedeva li. Il nome della montagna significa “montagna di neve bianca” nel linguaggio tibetano, ed è stata nominata così solamente dopo la “creazione” di un patrono del buddhismo Tibetano.

 

Si dice che Kang Karpo cavalcava sempre un cavallo bianco con una spada nella sua mano. La sua apparenza maestosa era così simile a quella della cima della montagna. Si dice infatti che chi riesce a salire la cima del Potala Palace potrà vedere il profilo di Kang Karpo attraverso le nuvole colorate.

 


Ogni anno dalla fine dell’autunno all’inizio dell’inverno, centinaia di pellegrini tibetani hanno camminato per pagare il loro omaggio a Kang Karpo.

 

La miglior stagione per vedere il Monte Sacro di Meili è da gennaio a Maggio, durante il periodo in cui si vedono le cime della montagna coperte di neve, le foreste sono piene di foglie, il manto della distesa d’erba è verde e ci sono tantissimi e bellissimi fiori selvatici. L’estate piovosa rende il terreno fangoso e difficile da percorrere. Il posto è anche bello da visitare nel period che va da metà ottobre a metà novembre, quando è tutto coperto da uno splendido colore autunnale. L’inverno invece è molto freddo ed è pieno di nevicate pesanti che potrebbero bloccare la strada ed isolare la regione per settimane o addirittura mesi.

 

In questo sito si possono inoltre trovare piante e animali particolari:

 

Piante: Il Monte Sacro di Meili è ricco di varietà particolari di piante e di foreste ricoperte fino alla cima degli alberi. Sono presenti zone alpine e zone di neve, con 4600-6740 metri sopra il livello del mare dove non c’è vegetazione o cresce solamente un numero limitato di “vegetazione cuscino” che copre questo sito. C’è una zona medio-alpina, compresa tra I 4200 e I 4600m sopra il livello del mare, dove crescono erbacce, macchie rosse di sedum, licheni, ecc. Nella zona invece con temperature fredde ci sono foreste di conifere, queste zone si trovano circa a 3100-4400 metri sopra il livello del mare e ci sono abeti, conifere, cicuta, lirici, pini e azalee, bamboo, betulle rosse, querce ecc; ad una altitudine di 2500 (o 2800m) si possono trovare foreste di aghifoglie. Ci sono inoltre gli abeti di Lijiang, le cicute di Yunnan e le conifer di Douglas, e molte alter ancora.

 

Animali: Una bassa altitudine, un terreno complesso, le indistinte quattro stagioni, e ovviamente il terreno prima secco e poi fradicio del clima dei montoni, fanno sì che il Monte Sacro Meili sia il paradiso degli animali selvatici.

 


Ci sono al primo posto animali sotto protezione, come per esempio i leopardi o i takin scuri; al secondo posto ci sono animali come gli orsi neri, i panda, le linci, i cervi, zibetti, le razze ecc.
 

Viaggio su Misura Disegna Subito